PNSD - Nuove Tecnologie per la Didattica

La Scuola a prova di Privacy

Il Presidente del Collegio del Garante della Privacy, Dott. Antonello Soro, ha inviato a tutti i Dirigenti una lettera di accompagnamento alla nuova Guida "La Scuola a prova di Privacy" dove si legge:

...il vademecum raccoglie i casi affrontati dal Garante con maggiore frequenza, al fine di offrire elementi di riflessione e indicazioni per i tanti quesiti che vengono posti dalle famiglie e dalle istituzioni: da come trattare correttamente i dati personali degli studenti (in particolare quelli sensibili, come condizioni di salute o convinzioni religiose) a quali regole seguire per pubblicare dati sul sito della scuola o per comunicarli alle famiglie; da come usare correttamente tablet e smartphone nelle aule scolastiche a quali cautele adottare per i dati degli allievi con disturbi di apprendimento. Viene inoltre dedicata particolare attenzione alla “scuola 2.0” e al corretto uso delle nuove tecnologie, al fine di prevenire atti di cyberbullismo o altri episodi che possano segnare negativamente la vita dei più giovani...

Il nostro istituto sta approntando i termini della propria partecipazione al Progetto Generazioni Connesse che tratterà appunto i temi indicati dal garante, nella convinzione che la Scuola abbia una parte fondamentale nell'educazione alla cittadinanza digitale, così come fortemente consigliato dal PNSD.

Di detto progetto pubblicheremo quanto prima le linee e le attività.

 

Quando il gioco si fa serio!

Saper giocare non è da tutti perché il gioco è una cosa seria. Ne sanno qualcosa le professoresse di Scienze matematiche - Roberta Poddighe, Rita Sotgiu e Franca Valdes - che hanno immediatamente raccolto la proposta di partecipazione al Concorso Internazionale Bebras per gli alunni della scuola. Così 48 alunni si sono riuniti venerdì 11 novembre nella sede di Via Custoza e, divisi in formazioni composte da quattro componenti ciascuna, si sono cimentati nella risoluzione di quesiti  che richiedono l’uso di competenze logiche e che hanno lo scopo di offrire agli studenti la possibilità di avvicinarsi al mondo dell'informatica in maniera divertente. A breve ci comunicheranno i risultati ma, comunque vada, lo riteniamo già un successo: per noi docenti vedere i ragazzi concentrati, ragionare insieme e divertirsi è stata una grande soddisfazione! 

Se volete provare anche voi, ecco una batteria di giochi!

Le nostre foto                                                                     

                                                      Maria Giovanna Ferraro - Animatore digitale

 

Progetto #digitiscol@-codeacademy

Gli studenti del laboratorio

Venti alunni delle varie classi prime dell'istituto hanno frequentato il laboratorio di coding (programmazione) per trenta ore, dal 18 maggio al 29 giugno: Filippo Puddu, Laura Masala, Anna Putzu, Alberto Mele, Alessio Corradini, Giulia Murgia, Viola Alvau, Alessio Dessì, Martina Orrù, Domenico Argiolas, Sara Cherchi, Niccolò Cireddu, Alice Lai, Martina Loddo, Alessio Usai, Laura Melis, Jimmy Meloni, Giulia Monni, Lorenzo Costantino, Adele Piredda. L'obiettivo principale è stato quello di introdurre e sviluppare il pensiero computazionale attraverso la programmazione con strumenti di semplice utilizzo per favorire l’acquisizione di competenze logiche e la capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente. Gli studenti, stimolati ad usare e capire il digitale oltre la superficie, hanno mostrato gradimento ed entusiasmo e, pur alla fine dell'anno scolastico, svuotati di energie e  in condizioni climatiche poco favorevoli, hanno dato prova di creatività, impegnandosi e partecipando in modo sorprendente. Con noi il tutor, Prof. Marco Sanna, e due docenti della scuola, le Prof.sse Roberta Poddighe e M. Paola Sirigu, che hanno partecipato agli incontri in qualità di uditrici volontarie. Il giorno 29 giugno, gli alunni hanno presentato i propri lavori ai genitori ai quali va il mio personale ringraziamento per la partecipazione e la collaborazione.

Ci si aspetta che questa prima esperienza venga recepita e si diffonda nella scuola un nuovo modo di fare didattica che miri all’acquisizione di competenze promuovendo una cittadinanza digitale attiva.

                                                                                                                                     M.Giovanna Ferraro

                                                                                                                                  docente del laboratorio

 

 

InnovAZIONE

Dopo la conclusione del progetto Semid@s Scuola Digitale in Sardegna,  che ha visto la nostra scuola capofila di una rete di tredici istituzioni scolastiche impegnate nel proseguimento dell’azione denominata “Master Teacher” , ravvisando la necessità di un adeguamento della didattica ai nuovi bisogni degli studenti e alla normativa vigente,  per sfruttare a pieno quanto appreso e sperimentato, abbiamo individuato tre aree di intervento attraverso le quali attuare un vero e proprio processo che abbiamo voluto chiamare InnovAZIONE, per dare l’idea di una spinta all’azione di cambiamento e rinnovamento.

Area 1 - Prosecuzione della Formazione

Interventi periodici rivolti ai docenti, anche divisi per aree di interesse o aree disciplinari, riguardo metodologie didattiche, alternative alla lezione frontale, che utilizzano le nuove tecnologie (Flipped classroom, WebQuest, Cooperative Learning, Service Design Thinking), webware utili , uso di social-learning (es.: Fidenia, Edmodo), il tutto volto all’acquisizione/consolidamento di competenze digitali da dover poi far acquisire agli alunni. Formatori per i docenti saranno i Master Teacher e gli stessi docenti che, in un’ottica “peer to peer” metteranno le proprie esperienze e competenze a servizio dei colleghi. Si prevede inoltre l'intervento occasionale di esperti esterni. Di prossima creazione, una piattaforma dedicata ai docenti su Edmodo dove condividere materiali, metodologie e strategie e documentare la didattica.

Area 2 - Ricognizione degli strumenti  a disposizione, messa in funzione e razionalizzazione delle risorse tecnologiche della scuola

Intervento già in atto, consistente in una prima fase di ricognizione e una seconda fase  in cui, stabilita una graduatoria degli interventi da fare, si pianificano modi, tempi e attori di tali interventi. Una volta messi in funzione gli strumenti e razionalizzate le risorse in base all’utilizzo che i docenti intendono farne, per qualsiasi richiesta di ulteriore intervento, si predispone un indirizzo mail  dedicato al quale i docenti possono rivolgersi ufficialmente per segnalare guasti o malfunzionamenti,  richiedere consulenze per l’elaborazione di progetti di classe e/o per la partecipazione a progetti esterni, oppure per proporre eventuali acquisti.

Area 3- Reperimento di fondi per l’acquisto di attrezzature

L' attivazione per il reperimento di fondi da destinare alle Nuove Tecnologie nella Didattica è necessaria per garantire la presenza di strumenti, dispositivi, attrezzature utili alla didattica. Si intende pertanto partecipare a progetti e/o bandi finalizzati all'acquisto di attrezzature multimediali. 

Progetto "Master Teacher" 2015

Si è conclusa lo scorso 23 Ottobre la seconda fase del Progetto Semid@s Scuola Digitale in Sardegna che aveva avuto inizio nel settembre del 2014 con la formazione di docenti che, frequentando dei corsi di specializzazione sulla didattica e le nuove tecnologie,  sono divenuti Master Teacher. L'azione di formazione è proseguita poi nelle singole scuole ove i Master Teacher hanno a loro volta formato i docenti degli istituti di appartenenza. La nostra Scuola, capofila di una rete di tredici istituzioni scolastiche, aderendo al Progetto patrocinato dalla Regione Sardegna e finanziato dai fondi sociali dell'U.E., ha dato la possibilità a tutti i docenti di frequentare i corsi di formazione per incrementare le competenze digitali  e fare in modo che tali competenze si ripercuotano su una didattica più moderna e al passo coi tempi. L'impegno dei docenti, stavolta nel ruolo di alunni, è stato notevole; alcuni di loro hanno presentato dei lavori al Convegno finale, nella sede di Via Custoza, dove i numerosi partecipanti, docenti e Dirigenti Scolastici della rete di scuole, hanno potuto confrontare le varie esperienze che sono solo l'inizio di un lungo avventuroso cammino alla ricerca di una didattica più rispondente ai bisogni e agli interessi delle nuove generazioni.

                                                 M. Giovanna Ferraro

                          Master Teacher, Coordinatore Didattico del Progetto

Progetto MT

Progetto MT

Progetto MT

Progetto MT

Informazioni aggiuntive